BLOG

Proroga delle misure di adeguamento Antincendio per campeggi, villaggi turistici e strutture ricettive all'aperto

La normativa antincendio per strutture turistico-ricettive in aria aperta (campeggi, villaggi turistici, ecc.) si trova nel Decreto del Ministro dell'interno 28 febbraio 2014, che costituisce Regola Tecnica di prevenzione incendi.

Il Decreto del Ministero dell’interno 2 luglio 2019 sostituisce integralmente l’allegato al decreto del Ministro dell’interno del 28 febbraio 2014.

Il decreto si applica principalmente a: tende da campeggio, aree roulottes e caravan, camper, case mobili, chalet e bungalows. La classificazione delle strutture è effettuata in base alla capacità:
  • Tipo 1: strutture con capacità ricettiva sino a 400 persone escluse dal nuovo decreto);
  • Tipo 2: strutture con capacità ricettiva compresa fra 401 e 3.000 persone;
  • Tipo 3: strutture con capacità ricettiva superiore a 3.000 persone.
 
Le misure di sicurezza antincendio variano in funzione dei parametri: organizzazione generale; precauzioni; comunicazioni; allontanamento; contrasto.

Le indicazioni interessano sia le attività di nuova costruzione che quelle esistenti ed affrontano aspetti come le distanze di sicurezza delle aree di insediamento, anche in presenza di zone verdi e in relazione al tipo di vegetazione, accesso all’area, resistenza al fuoco delle strutture, emergenza ed evacuazione, magazzini e depositi di sostanze infiammabili.

L’art. 6 del decreto stabilisce che le strutture turistico-ricettive in aria aperta esistenti devono essere adeguate alle disposizioni di cui al titolo I - capo II, della regola tecnica allegata al decreto entro determinati termini temporali.

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 146 del 21 giugno 2021 è stata pubblicata la legge 17 giugno 2021, n. 87, di conversione del decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52 (decreto riaperture) che ha prorogato al 7 ottobre 2021 il completamento dell’adeguamento antincendio dei campeggi e villaggi turistici.
 
I lavori di adeguamento prorogati riguardano le caratteristiche dell’area, le caratteristiche costruttive, le attività accessorie ed i servizi tecnologici indicati ai punti 11, 12, 14 e 15 del decreto del Ministero dell'Interno 28 febbraio 2014.
 
La proroga è prevista solamente per i campeggi ed i villaggi turistici che hanno già attuato gli adempimenti indicati dall’articolo 6, comma 1, lettera b), e comma 2, lettera b) del decreto.
 
Consulta il documento integrale qui.