BLOG

Gestione rifiuti: cosa deve fare il responsabile tecnico?

L'attività di gestione rifiuti: cosa deve fare il responsabile tecnico?

Il ruolo del responsabile tecnico per la gestione rifiuti

L'attività di gestione dei rifiuti è fondamentale per la logistica aziendale. Il legislatore ha normato la mansione attraverso il D.M. n.120 del 3 giugno 2014 che introduce la figura del responsabile tecnico. La Gazzetta Ufficiale identifica le sue responsabilità nel: “porre in essere azioni dirette ad assicurare la corretta organizzazione nella gestione dei rifiuti da parte dell’impresa nel rispetto della normativa vigente e di vigilare sulla corretta applicazione della stessa si occupa della corretta organizzazione nella gestione dei rifiuti nelle imprese”. Di seguito, saranno tratteggiati i compiti e i requisiti richiesti al responsabile tecnico per la gestione rifiuti (RTGR). Lo staff di Sicurema rimane a vostra disposizione per entrare nel dettaglio del ruolo e dei corsi necessari.

Le responsabilità dell'addetto per la gestione dei rifiuti

La figura del responsabile tecnico nello specifico

Come già chiarito, la figura del responsabile tecnico è imprescindibile all'interno di un'azienda. Questi può essere un membro interno all'organigramma tanto quanto un professionista esterno. Chiaramente, in entrambi i casi, chi si occupa dell'attività di gestione rifiuti deve avere maturato requisiti specifici volti a far rispettare le norme di gestione dei materiali e dei prodotti di scarto. La sua attività viene svolta in modo effettivo e continuativo in modo da preservare la salute e la sicurezza delle persone e dell'ambiente.

 

Attività per cui è richiesto il monitoraggio del responsabile tecnico

Le mansioni che devono essere svolte dal responsabile tecnico possono variare da azienda ad azienda, da settore industriale a settore industriale. Tuttavia, è possibile individuare alcune attività generiche per le quali è obbligatoria la presenza dell'addetto.

  • Raccolta e trasporto di rifiuti urbani
    Raccolta e trasporto di rifiuti speciali pericolosi (fino a trenta chilogrammi o trenta litri al giorno) o non pericolosi

  • Raccolta di rifiuti RAEE

  • Intermediazione e commercio di rifiuti

  • Bonifica di siti e aree di proprietà dell'azienda

  • Bonifica di materiali e artefatti contenenti amianto.

Requisti per ricoprire il ruolo di gestione dei rifiuti

Corsi per il ruolo di responsabile tecnico interno ed esterno

Per ricoprire il ruolo di responsabile tecnico è necessario soddisfare alcuni requisiti specifici: primo, è obbligatorio aver maturato esperienza nei settori di attività per i quali si intende operare; secondo, bisogna seguire i corsi con attenzione per i moduli a seconda del settore di attività per il quale si intende operare; terzo, è imprescindibile superare le prove finali. I percorsi formativi sono suddivisi in moduli orientati al superamento dei test a seconda delle diverse categorie.

Il responsabile tecnico: categorie e attività di gestione

I test per diventare responsabile tecnico sono suddivisi in categorie. Ogni categoria permette di svolgere una o più attività fra quelle elencate in precedenza.

  • Test di carattere generale: necessario per tutte le categorie

  • Test per categorie 1,4 e 5: necessario per supervisionare la raccolta e il trasporto rifiuti

  • Test per categoria 8: necessario per le attività di intermediazione e commercio dei rifiuti

  • Test categoria 9: necessario per la supervisione durante la bonifica di siti inquinati

  • Test categoria 10: necessario per la supervisione durante le bonifiche amianto.

 

Informatevi sulle date dei corsi e sulle normative che disciplinano l'attività di gestione rifiuti, contattate Sicurema