BLOG

Civa: gestione telematica di certificazione e verifica impianti e apparecchi elettrici

Con il Decreto mille proroghe (D L. 162 /2019 art 36comma 2è entrato in vigore per tutti i Datori di Lavoro l’obbligo di comunicare all'Inail il nominativo dell'Organismo Abilitato che ha incaricato per la verifica dell'impianto di messa a terra ai sensi del DPR 462 del 22 ottobre 2001

Tale comunicazione va inviata tramite un modulo specifico per posta elettronica certificata all'Unità Operativa Inail competente per territorio, finchè il portale CIVA non sarà attivo anche per questo adempimento.

Viene inoltre 
previsto che l'Organismo Abilitato, incaricato della verifica dell'impianto di messa a terra, debba applicare le tariffe previste dal Decreto del Presidente dell'Istituto Superiore per la Prevenzione e Sicurezza del Lavoro (ISPESL) luglio 2005 pubblicato sul supplemento ordinario n. 125

Si ricorda che in merito all’impianto di messa a terra sono obbligatori per tutti datori di lavoro seguenti adempimenti:

1trasmissione della dichiarazione di conformità o della dichiarazione di rispondenza dell’impianto elettrico tramiteportale CIVA;

2. verifica dell’impianto di messa a terra da parte di un Organismo Abilitato ai sensi del DPR 462/01 ogni due o ogni 5 anni.

Si ricorda inoltre che il non rispetto degli obblighi di cui al punto 1 e al punto 2 suddetti, può comportare sanzioni penali. Le aziende che ottempereranno alla suddetta comunicazione all’INAIL verranno inserite in un’apposita banca dati di aziende che rispettano suddetti adempimenti.

QUI potete trovare il modello di comunicazione da compilare.